MacMini2014lentoTra le novità presentate durante l’ultimo keynote troviamo sicuramente il nuovo Mac Mini uguale nella forma ma con un’aggiornamento hardware, nuovo processore, Wi-Fi ac, Thunderbolt 2, ecc… Tuttavia i primi test pubblicati da GeekBench rilevano che il nuovo Mini sia più lento rispetto alla versione precedente, per quanto riguarda le prestazioni multi-core.

Il Mac mini precedente montava un processore Ivy Bridge quad-core che risulta migliore del processore dual-core Haswell presente invece nei nuovi Mac mini 2014. Probabilmente la ragione per cui Apple preferisce i dual-core rispetto ai quad-core – spiega – sembra risiedere nel fatto che i primi utilizzano un solo tipo di alloggiamento per collegare la scheda logica, mentre i quad-core di Haswell ne utilizzano modelli diversi. Test alla mano i nuovi Mini risultano dal 2% fino all’8% più veloci nelle operazione a singolo core, con un incremento praticamente identico a quello già osservato con il passaggio da processori Ivy Bridge ad Haswell negli altri modelli di Mac aggiornati in precedenza. Continue reading “Il nuovo Mac Mini più lento della versione precedente” »

Minuum Keyboard
La Minuum non è di sicuro una novità per gli utenti di altri sistemi operativi mobili, di fatto è una delle tastiere di terze parti più innovative degli ultimi anni.
Finalmente, dopo il rilascio di iOS 8, ed ancor meglio a seguito della migliore integrazione su iOs 8.1 , è divenuto possibile utilizzare anche delle tastiere di terze parti, tra queste, già presente in app store da diverse settimane, vi è la Minuum.

Ci informano in esclusiva gli sviluppatori che, tra poche ore verrà rilasciata nell’App Store la versione 1.2 con l’aggiunta di 12 nuove lingue, tra le quali l’italiano ed altre interessanti features.

“The Little Keyboard for Big Fingers” , ovvero la Minuum, è la piccola tastiera ideale per le grosse dita.
Non si tratta della classica tastiera Swype, ormai divenuta di moda su quasi tutti i telefoni, ma può vantare di aver introdotto un metodo di digitazione intelligente ed innovativo che consente, oltre alla tastiera classica, il riconoscimento del testo grazie alla pressione dei tasti su una singola riga.

Il riconoscimento del testo avverrà in maniera immediata e straordinariamente efficace, anche se all’inizio vi sembrerà un po più complicata del solito, potreste anche non farne più a meno.

La tastiera è disponibile in moltissime lingue ed in diverse colorazioni personalizzabili, e consente tra le altre cose, grazie alle sue varianti di layout (uno tradizionale, l’altro “mono” riga) di migliorare la parte visibile dello schermo, utilissima quindi mentre si naviga o si vuol continuare a vedere ciò che avviene nell’altra parte dello schermo. Continue reading “Sta per arrivare Minuum: la tastiera più innovativa ed intelligente, finalmente in Italiano” »

MapsConnectApple ha lanciato un portale denominato “Maps Connect“, un servizio gratuito che consente ai proprietari di piccole imprese di gestire i propri annunci sulle mappe  Apple, viene anche data la possibilità della creazione di strumento di mappatura particolare per le aree al chiuso. Il portale è pensato per le piccole attività, permettendo ai proprietari di queste di aggiungere informazioni o modificare quelle esistenti. Il login si effettua usando Apple ID e password, specificando la propria attività dopo aver sottoscritto un contratto. Le informazioni indicate dall’utente (nome attività, categoria di appartenenza, telefono, sito web e altro) sono integrate nel servizio circa dopo una settimana, anche se alcuni dettagli potrebbero richiedere più tempo per via di verifiche specifiche. Nel procedimento di verifica bisogna specificare un numero di telefono e rispondere con il codice PIN comunicato a quest’ultimo. È possibile velocizzare la procedura di verifica specificando l’indirizzo email legato a un dominio di secondo livello associato all’attività (es. mionome@apple.com).
Il servizio non è al momento disponibile in Italia. È ad ogni modo possibile registrarsi e ricevere una mail non appena sarà disponibile anche nel nostro paese.
Al momento disponibile solo negli USA.

La mappatura interna si lega alla funzione iBeacon e consente alle aziende di mostrare vedute interne delle loro attività sulle mappe Apple per aiutare gli utenti attraverso le loro sedi. Questo strumento è attualmente limitato solo ai luoghi che soddisfano criteri specifici, come il Wi-Fi in tutto l’edificio e almeno 1 milione di visitatori l’anno.
Per entrambi i servizi ci vorrà circa una settimana perché si possano vedere le novità su Mappe. Una scheda su mappe di Apple significa che Siri sarà in grado di trovare il vostro business, quindi questo strumento potrebbe rivelarsi molto potente per le piccole imprese che attualmente non hanno alcuna presenza nel servizio di mappatura di Apple.


Vi ricordate il primo esordio in USA con le voci di Jimmy Fallon e Justin Timberlake per lo spot di iPhone 6 e 6 Plus creato da Apple? Nel video i due personaggi si confrontano con un dialogo divertente, utilizzando i due telefoni.

Mentre per gli Stati Uniti i doppiatori sono il comico Jimmy Fallon e il cantante Justin Timberlake, in Italia le cose cambiano e abbiamo due attori: Alessandro Gassmann e Gianmarco Tognazzi.

Qui ci si concentra sulle app salutistiche con battuta culinaria finale dedicata alla lasagna circondata dall’insalata

 

SPotlightUna delle principali novità di  Yosemite, la nuova versione di OS X, è il rinnovamento di Spotlight. Adesso, la ricerca di OS X non si limita a cercare solo tra le cartelle, ma estende la sua ricerca anche a Wikipedia, posti vicini… Il guaio è che per ottenere questi risultati, Spotlight invia certi dati ad Apple.

Vengono inviati due dati: vio che viene digitato e la posizione. La posizione viene inviata ad Apple per mostrarti suggerimenti rispetto a da dove si digita, una cosa abbastanza normale per questo genere di operazioni. Gli altri dati che vengono inviati sono le parole che vengono digitate nello spazio per la ricerca, lettera per lettera, vengono ricevute da Apple ed il motore di ricerca di vostra scelta (Bing per impostazione predefinita) vi farà visualizzare i risultati corrispondenti.

Non è che si tratti di una grave violazione della privacy, infatti: i dati inviati non includono nulla che identifichi chi fa la ricerca. Appaiono anche nei termini e nelle condizioni che accettiamo quando attiviamo Spotlight. Il peccato è che disattivare questa funzione non è del tutto intuitivo. Continue reading “GUIDA: Yosemite invia a Apple le ricerche di Spotlight: ecco come disattivarlo” »

iOS8.1CalmugApple ha appena rilasciato iOS 8.1. Questo aggiornamento ci auguriamo possa essere la prima versione di iOS 8 senza bug,  infatti oltre a risolvere molti problemi dovrebbe inserire anche nuove funzioni. Andiamo a vedere in questo unico articolo quali sono tutti i cambiamenti rispetto alla precedente beta di iOS 8.0.2

  1. Pay il metodo di pagamento tramite iPhone (disponibile solo negli Usa)
    ApplePaylogo
  2. Libreria Foto di iCloud (beta) attivabile tramite, Impostazioni -> iCloud
    iCloudFoto
  3. Continuity, adesso con maggiori funzioni come la possibilità di mandare sms da ogni dispositivo ed anche l’Instant Hotspot, un metodo molto rapido per connettersi tramite il proprio dispositivo portatile
    Continuity
  4. Rimosso il fastidiosissimo Album “Aggiunte di Recente”. Torna di nuovo attivo il vecchio “Rullino Fotografico
  5. L’icona dell’applicazione iBooks è cambiata
    ibookslogo
  6. Sono state ingrandite le icone dei Widget nella modalità di modifica dei Widget all’interno del Centro Notifiche
  7. Risolto il problema che impediva alle notifiche in formato banner di scomparire
  8. Risolto il problema del glitch con le anteprime delle applicazioni in fase di eliminazione dal multitasking, nello specifico quando le app vengono chiuse con due dita. (aggiungiamo finalmente, visto che il problema si trascinava da iOS 7)
  9. Risolto un problema che impediva la sincronizzazione di musica e film da iTunes dopo un ripristino
  10. Migliorato il riconoscimento delle impronte nel Touch ID
    TouchIDlogo
  11. E’ ora possibile regolare le impostazioni della privacy di ciasun app anche all’interno della specifica sezione ad essa dedicata all’interno di Impostazioni.
  12. Disponibile un nuovo Toggle che permette di attivare e disattivare la dettatura vocale in Impostazioni > Generali > Tastiera
  13. Migliorata gestione tastiere di terze parti
    quicktype

Continue reading “Aggiornamento Software: Disponibile al download iOS 8.1” »

YosemitegrazieApple ha invite una mail agli sviluppatori e beta tester di Yosemite, ringraziandoli per il proprio lavoro. Il messaggio come potete vedere in foto è forte, “La nostra migliore versione. Grazie a te.” In particolare il testo della mail in inglese e poi tradotta qui di seguito.

“Thanks for participating in the OS X Yosemite Beta Program. As you know, OS X Yosemite brings an elegant redesign, continuity features for using your Mac, iPhone, and iPad together, and major enhancements to the apps you use every day. And it’s now available for free from the Mac App Store.
Get OS X Yosemite
Please install the release version of OS X Yosemite. As a member of the OS X Beta Program, you will continue to be offered beta versions of OS X software updates on any Mac that you installed the beta on. However, if you prefer to stop receiving beta updates, please click here.
Thanks again for helping us make OS X even better.
The OS X Team”

Traduzione
“Grazie per la partecipazione al programma beta di OS X Yosemite. Come sapete, OS X Yosemite porta una riprogettazione elegante, caratteristiche di continuità per usare il tuo Mac, iPhone e iPad insieme, e importanti miglioramenti alle applicazioni di uso quotidiano. Ed è ora disponibile gratuitamente dal Mac App Store.
Scarica OS X Yosemite
Si prega di installare la versione definitiva di OS X Yosemite. Come membro del Programma OS X Beta, continuerete a ricevere aggiornamenti software delle beta successive su qualsiasi Mac che ha installata la versione beta. Tuttavia, se si preferisce non ricevere più aggiornamenti beta, clicca qui.
Grazie ancora per averci aiutato a rendere OS X ancora migliore.
Il Team di OS X”

iOS 8.1 e Yosemite

Apple Sim sarà una vera rivoluzione

ipad-apple-simLa vera novità era rimasta dietro le quinte. Non se ne è parlato durante la presentazione degli iPad Air 2 e del nuovo iMac 5K e non certo perché Tim Cook se ne è dimenticato, in quanto trattasi di cosa di una certa importanza. Il suo nome è Apple Sim e ha tutto per poter rivoluzionare il mercato della telefonia, con conseguenze tutte ancora da misurare. Ma vediamo di cosa si tratta. E’ una Sim Card programmabile marchiata Apple e preinstallata sugli iPad. Per adesso si applica solo al piano dati degli iPad.

Si legge sulla pagina ufficiale Apple Usa: “La Apple Sim ti dà la flessibilità di scegliere fra una varietà di piani a breve termine di operatori selezionati negli Stati Uniti e Regno Unito direttamente dal tuo iPad, così in relazione alle tue esigenze, puoi scegliere il piano che funziona meglio per te, senza impegni a lungo termine. E quando sei in movimento hai anche la possibilità di scegliere un piano dati di un operatore locale per la durata del tuo viaggio”.

Per adesso funzionerà solo per chi risiede negli Stati Uniti e nel Regno Unito grazie ad accordi stipulati con i Big del settore quali AT&T, Sprint, T-Mobile ed Everything Everywhere. E’ il cliente che può scegliere di volta in volta, grazie al nuovo sistema operativo iOS8. Nei tablet venduti in USA e UK compare il menu “Cellular Data Account”, dal quale si può attivare il profilo dati migliore per le proprio esigenze. Il tutto senza dove cambiare la Sim, ma soltanto immettendo username e password. Non male.

In realtà, la sim virtuale è una idea di Steve Jobs accantonata dopo i primi colloqui con gli operatori telefonici. Ma anche se ci si riferisce a una manciata di anni fa, tante cose sono cambiate da allora. Con il risultato che adesso abbiamo Apple come intermediario tra l’utente e gli operatori, non uno soltanto ma insieme tutti quelli disponibili a far parte di questo sistema. Una conseguenza sarà che aziende tlc dovranno farsi ancora una volta concorrenza sui prezzi. E sarà il cliente a fregarsi le mani.

Del resto, mettendo le esigenze del consumatore al centro di tutto siamo sulla direzione tracciata dall’Ue – che sta lavorando a una tariffa unica di roaming europea – proprio in materia di telefonia. Insomma: l’obiettivo è più semplicità per l’utente e meno legacci contrattuali. Con Apple che, potendosi appoggiare su vari fornitori, è in grado di sfornare offerte molto più allettanti di quello che adesso ci riserva un solo operatore. Un mix di novità che sicuramente è un terremoto nel mondo della telefonia così come lo conosciamo adesso. Non resta che aspettare per vedere i suoi primi effetti. Per adesso solo in Usa e Gran Bretagna, anche perché le procedure per poter sottoscrivere un piano dati telefonico cambiano da paese a paese. E da noi sono più complicate che altrove.

ContinuityUna delle novità più importanti per iOS 8 Os X 10.10 Yosemite è senz’altro Handoff, una feature di Continuity. Si tratta di una funzionalità che permette di trasferire le proprie attività da un dispositivo all’altro, riprendendo a lavorare da dove avevamo interrotto. Questo vale non solo per le applicazioni, ma anche per le telefonate ed altro ancora.

Requisiti Handoff

Per sfruttare Handoff è necessario possedere un MacBook Air/MacBook Pro/iMac/Mac mini che abbia il Bluetooth 4.0. E’ obbligatorio inoltre aver installato OS X Yosemite e iOS 8 su iPhone, iPad o iPod touch. I dispositivi dovrebbero trovarsi entro una certa distanza e collegati al medesimo account Apple ID.

Qui un’immagine che spiega quali mac possono avere questa funzione.

OS-X-Yosemite-Handoff-Bluetooth-4.0-Apfeleimer-001

Per abilitare Handoff su Mac, aprite Preferenze di sistema, selezionate “Generali” e abilitate “Consenti Handoff tra questo Mac e i tuoi dispositivi iCloud”. Su iOS, invece, andate in Impostazioni > Generali > Handoff & App consigliate e abilitate Handoff. Continue reading “Guida: Come utilizzare Continuity e Handoff su Mac e iOS” »