Schermata 2016-09-12 alle 23.15.17Domani, 13 settembre, Apple rilascerà a tutti gli utenti iOS 10, il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili. Vediamo come preparare iPhone e iPad per l’aggiornamento.

Nelle ore che ci separano dal rilascio di iOS 10, prima di scegliere l’aggiornamento è bene preparare i dispositivi Apple con una serie di accorgimenti.

Posso aggiornare il mio dispositivo a iOS 10?

In linea di massima, sì. A partire da iPhone 5, iPad di quarta generazione e iPod di sesta generazione, i dispositivi successivi possono ricevere l’aggiornamento a iOS 10.

Ecco i dispositivi compatibili :

Schermata 2016-09-12 alle 23.22.31

Backup del dispositivo

Per ragioni di sicurezza, effettuate un backup dei dati tramite iTunes o iCloud. Se qualcosa dovesse andare storto (le probabilità sono quasi pari a zero) avrete modo di recuperare tutto quello che avete nel telefono. Il backup andrebbe eseguito non solo in concomitanza con l’aggiornamento a iOS ma più volte durante il corso dell’anno per evitare la perdita di contatti, immagini, messaggi, note e tutto il resto.

Conviene aggiornare iPhone, iPad o iPod a iOS 10?

Dopo aver verificato la compatibilità del proprio dispositivo con l’ultimo sistema operativo, sorge sempre il dubbio se valga la pena aggiornarlo o meno. Noi, in generale, consigliamo sempre di procedere con l’aggiornamento per avere disponibili le nuove funzioni e caratteristiche ma anche per la correzione di bug e falle presenti nelle versioni precedenti di iOS.

Un dispositivo datato potrebbe presentare rallentamenti delle prestazioni per via delle maggiori esigenze del sistema operativo. Per cui – soggettivamente – se siete soddisfatti delle prestazioni del vostro dispositivo e non siete particolarmente interessati alle nuove funzioni, potreste pensare di non procedere con l’aggiornamento o aspettare il rilascio della futura release (iOS 10.1) con un ulteriore correzione dei bug. Tuttavia, abbiamo testato iOS 10 su diversi iPhone ed i rallentamenti sui modelli più vecchi sono minimi o inesistenti.

Applicazioni inutili o da aggiornare

Prima di procedere con l’aggiornamento è utile dare un’occhiata alle applicazioni installate, eliminare (anche se temporaneamente) quelle che non si utilizzano o si usano raramente e aggiornare tutte quelle disponibili. Non è fondamentale ma è un’utile e buona pratica di manutenzione.

Con il rilascio di un nuovo sistema operativo, gli sviluppatori aggiorneranno le loro App e introdurranno funzionalità supportate dal nuovo iOS, benefici che andrebbero persi saltando l’aggiornamento.

Verifica dello spazio disponibile

Il download di iOS 10 occupa circa 2 GB di spazio e ne serve dell’altro (non molto) per le operazioni di installazione. In totale sul dispositivo servono circa 2,5 GB di spazio libero per il download e l’installazione.

Gran parte di questo spazio poi verrà ripristinato una volta che l’aggiornamento sarà stato ultimato.

Per liberare spazio considerate di copiare foto e soprattutto video (sono i file che occupano più spazio sui dispositivi) sul vostro computer o in app come Google Foto.

Aggiornamento per i Beta Tester e sviluppatori

Gli utenti iscritti all’Apple Beta Software Program che hanno installato le versioni beta di iOS 10 ed hanno ricevuto durante il keynote la versione GM di iOS 10 dovranno semplicemente rimuovere il profilo nelle impostazioni per ricevere l’aggiornamento ad iOS 10 finale.

La versione GM (Gold Master) infatti è identica alla versione ufficiale del sistema operativo rilasciato pubblicamente, ma quest’ultima potrebbe correggere gli ultimi bug riscontrati in fase di sviluppo e risultare più stabile.

Tutto pronto ma.. aggiorniamo o ripristiniamo?

Dopo aver effettuato backup, verificato la compatibilità del dispositivo, fatto un po’ di pulizia e scelto di entrare nel nuovo sistema operativo, siete pronti per passare ad iOS 10.

Ci sono due modi per passare da iOS 9 ad iOS 10:

  1. Il primo è tramite l’aggiornamento, che può avvenire con iTunes o tramite le impostazioni (OTA)
  2. Il secondo è con un Ripristino

Aggiornamento:

Con l’aggiornamento tutti i dati presenti nel nostro iPhone vengono portati da iOS 9 a iOS 10. Vale a dire che ritroveremo tutte le foto, i video, le app installate e tutto il resto nel nostro telefono. Questo è sicuramente il sistema più veloce per passare ad iOS 10 tuttavia spesso con gli aggiornamenti andiamo a creare o ci trasciniamo dietro dei bug che influiscono leggermente sulle prestazioni oppure che possono causare dei crash quando utilizziamo le applicazioni.

Ripristino:

Passare ad iOS 10 con un Ripristino è sicuramente il metodo più pulito. Richiede il salvataggio delle foto nel computer o su app come Google Foto, la sincronizzazione della rubrica su iCloud e così via. Quando il telefono si accenderà con iOS 10 sarà come nuovo, senza nessuna app di terze parti nè altri file che ci appartenevano. Dovremo trasferirli nuovamente nel telefono, reinstallare le app tramite App Store e così via. In questo modo avrete un telefono davvero efficiente ed è la scelta che consigliamo sopratutto quando si passa da una big release ad un’altra (in questo caso da iOS 9 a 10). Per aggiornare con un ripristino occorre collegare l’iPhone al computer con il cavetto Lightning, spegnere il telefono e poi avviare la sequenza di tasti: basterà cliccare il tasto di accensione ed il tasto home per 10 secondi esatti, dopodichè potremo rilasciare il tasto di accensione e continuare a cliccare Home. Entreremo in modalità DFU e potremo cliccare il tasto Ripristina di iTunes, selezionando il firmware di iOS 10 adatto al nostro modello, precedentemente scaricato da iSpazio.

Non resta che aspettare il rilascio che di solito avviene intorno alle ore 19 (ora italiana)  e potrete iniziare la nuova esperienza con iOS 10.


Apple ha rilasciato un breve video nel quale in 107 secondi riassume tutto ciò che è stato presentato all’evento di oggi.
iPhone 7
Apple Watch 2
Airpods
iOs 10, Watch Os 3 e  Mac os Sierra

nategorby_2016-aug-29

Segnate questa data sul vostro calendario, gente, è ufficiale. Apple ha rilasciato alla stampa l’invito al suo prossimo evento mediatico il 7 settembre al Bill Graham Civic Center di San Francisco alle ore 10 PT (le 19 ora Italiana). La società probabilmente svelerà i nuovi iPhone e potrebbe presentare anche nuovi MacBook Pro ed Apple Watch 2.

I nuovi iPhone dovrebbero avere un design molto simile ad iPhone 6s e iPhone 6s Plus, il che potrebbe suggerire  una versione del nome iPhone 6 (come iPhone 6 SE) quest’anno. Ma il titolo dell’invito “Ci vediamo al settimo” lascia intendere che si chiamerà iPhone 7.

Per entrambi i modelli sono attesi  processori più veloci A10 e capienza  entry level a 32GB, la differenza fondamentale dovrebbe essere che il modello da 5.5 pollici iPhone 7 Plus avrà un sistema di doppia fotocamera ma non l’iPhone da 4,7 pollici. Questo potrebbe essere utilizzato per emulare lo zoom ottico.

Entrambi i modelli di iPhone 7 avranno un colore più scuro un vero e proprio nero.

Apple probabilmente eliminerà il jack cuffie da 3,5 mm su entrambi i  modelli di iPhone 7sostituendoli con delle cuffie con cavo lightining, oppure usando Bluetooth e audio AirPlay. Anche se probabilmente un adattatore lightinig/jack 3,5 sarà inserito nella scatola.

Per quanto riguarda l’ Apple Watch 2, l’aggiornamento previsto segnerà il primo aggiornamento dal momento della presentazione di due anni fa. Dal punto di vista estetico sono previsti pochissimi cambiamenti, ma molte migliorie sotto il cofano, a partire dalla velocità passando per l’inserimento di  un chip GPS per gli allenamenti di mappatura e l’utilizzo di servizi di localizzazione che ci si aspetta.

Apple probabilmente rilascerà  ancora una volta i suoi prossimi aggiornamenti software: iOS 10, MacOS Sierra, watchOS 3, e TVOS 10.

Come di consueto, l’evento sarà trasmesso in livestream on-line. Aggiungi un promemoria al tuo calendario da qui.

Confermato evento Apple per il 21 marzo

techinsider_2016-mar-101È confermato. Dopo le indiscrezioni di qualche giorno fa, Apple ha confermato un evento per il 21 marzo prossimo. Gli inviti sono già in viaggio presso la stampa.

L’invito presenta la grafica del logo di Apple, in cui si intersecano altre figure creando colori diversi. Lo slogan dell’evento è “Let us loop you in.”, vale a dire “Lasciateci includervi dentro.” Interessante la presenza del punto alla fine della frase, come se fosse qualcosa di definitivo.

L’evento si terrà nel campus di Cupertino. L’orario non è stato ancora confermato. L’orario sarà come nei precedenti eventi sarà alle 10.00 di Cupertino, vale a dire le 19.00 in Italia.

Probabilmente il Keynote servirà a presentare il nuovo iPad Pro Mini e l’iPhone 5SE. Intanto sappiamo con certezza che l’evento sarà trasmesso in streaming come ormai consuetudine Apple.
Potrete seguirlo da AppleTv da iPhone,  iPad e Mac senza alcun problema.
screen-shot-2016-03-17-at-09-32-08

Schermata 2016-02-29 alle 15.30.54L’anno bisestile e il 29 febbraio capitano una volta ogni 4 anni, così Apple coglie l’occasione per regalare agli utenti di iPhone e iPad 5 app e giochi per un valore complessivo di 15 euro. Qui di seguito l’elenco delle 5 app in regalo oggi con Apple e una breve descrizione delle funzioni offerte, oltre che del prezzo di listino:

 

tools-traces

Tayasui Sketches, normalmente proposta a 4,99 euro, è una versatile app di disegno che permette di tracciare bozze, idee, fino a disegni completi e illustrazioni con una simulazione realistica dei vari strumenti sulla carta. Riproduce pressione, inclinazione e ampiezza dei tratti.

Schermata 2016-02-29 alle 15.54.12
Super Sharp (normalmente a 1,99 euro) è invece un gioco a un solo dito basato sulla fisica in cui dobbiamo tagliare con precisione millimetrica numerose figure geometriche per superare i 120 livelli proposti. Dopo il salto le altre app Continue reading “Anno bisestile, arrivano i regali da Apple” »

bugsafariStamattina un problema sta attanagliando alcuni utenti di safari. Basta toccare la Barra degli Indirizzi di Safari (o farci clic sopra, se siete su Mac) perché l’app vada in crash. Sappiate che non è colpa vostra: è un problema lato server di Apple. Ecco come risolvere.

Per fortuna, la soluzione è semplicissima. Il problema dipende dal fatto che, ogni volta che digitate un ULR nuovo, Safari tenta di prevedere la vostra query e inizia a reperire informazioni attraverso suggerimenti e Top Sites, solo che le informazioni inviate da Apple, per qualche ragione, non piacciono al browser. In attesa che da Cupertino sistemino, ecco cosa potete fare.

Su iOS
È sufficiente aprire Impostazioni > Safari e disattivare l’interruttore vicino a Suggerimenti di Safari.

Su OS X
Purtroppo non esiste una soluzione altrettanto immediata; però, se incappate nel problema, potete navigare in modalità anonima facendo clic su File > Nuova Finestra Privata in Safari.

2560_3000Più uso il nuovo OS X El Capitan, più mi piace. Non presento qualcosa di troppo complesso, sono piccoli trucchi del sistema che ci sono, e anche la apple stessa ne ha già parlato, molto spesso passano inosservati. Io stesso sono rimasto sorpreso mentre provavo la beta alcuni mesi fa in ufficio ed ho visto la “freccia impazzita “, che subito dopo mi ha fatto invece sorridere.

  • Trova il cursore: Ora con i nuovi schermi ad una enorme risoluzione ed anche Retina vi sarà capitato di diventare “matti” in cerca del cursore. Se non lo trovate, è sufficiente spostare il mouse o trackpad con “forza” e vedere come il cursore viene ingrandito in modo  da riuscire a trovarlo.
    Se non vi piace questa opzione o la trovate poco utile potete disabilitarla dalle preferenze di sistema.
  • Miglioramenti Exposé: Se non vi piaceva l’Exposé di Yosemite il quale raggruppava i documenti aperti, adesso  El capitan li mostra perfettamente separati, essendo più facile trovare il documento che si desidera utilizzare.
  • La finestra di Spotlight può essere spostato: in Yosemite, il primo OS X dove abbiamo visto un miglioramento di Spotlight indipendente e con molte altre caratteristiche, è sempre apparso al centro dello schermo e fisso. Adesso con El Capitan possiamo Spostare ad un punto dello schermo che ci piace di più ed il sistema ricorderà la sua posizione. Continue reading “10 piccoli trucchi di El Capitan che sono passati inosservati” »

Arrivato lo stand Apple per Apple Watch

MLDW2Senza preavviso, un giorno come un altro, Apple ha rilasciato ufficialmenteun nuovo accessorio  per l’Apple Watch. Una base di carica magnetica per l’Apple Watch, un prodotto che a quanto pare è più che pronto per essere collocato sugli scaffali dei negozi da subito.

Con una curiosa forma circolare, questo dock di ricarica avrà un costo di 89 euro circa (79$ negli usa), ben al di sopra dei 59 euro del dock per l’iPhone probabilmente giustificato da un design più complicato che consente di posizionare l’orologio di Apple in due posizioni: si appoggia alla base o lateralmente per agire come sveglia, una delle novità di watchOS 2. Continue reading “Arrivato lo stand Apple per Apple Watch” »

1366_2000Sono passate poco più di due settimane da quando è arrivata la nuova Apple TV (prodotto presentato durante il nostro periodo di assenza) ed è arrivata con un sacco di novità e caratteristiche aggiornate una su tutte è quella di diventare anche consolle inserendosi nel mercato dei top box.

Durante il suo annuncio lo scorso settembre, è stato mostrato un video con la nuova quarta generazione dell’ Apple TV che  in alcune regioni del mondo viene usato come uno spot televisivo per annunciare la disponibilità del dispositivo. Ma oggi, Apple sta lanciando i primi spot ufficiali per l’Apple TV, questa volta concentrandosi su uno dei suoi maggiori punti di forza: le sue applicazioni.

Giochi e filmati su Apple TV

Ci sono cinque nuove pubblicità di appena 16 secondi ciascuno, in cui vengono presentate le cinque applicazioni più popolari e potenti all’interno della Apple TV, che possono essere scaricate dal nuovo App Store. Ogni spot inizia con la barra dei colori in qualità di rappresentante della televisione, per poi passare ad un breve cattura delle app in questione, chiudendo con una immagine del TVOS la nuova interfaccia, sulla quale stanno già testando il supporto di Siri e Apple Music. Continue reading “Arrivano i primi spot della nuova Apple TV” »

BackOnlineCalmugBuongiorno, ritorniamo dopo un periodo difficile per la nostra redazione. Non scenderò nel particolare raccontandovi come impegni ed eventi di altro genere ci hanno bloccato per quasi 3 mesi, ma tant’è che siamo stati fermi. Dal 2001 a questa pausa non avevamo mai trascorso un periodo tanto lungo senza aggiornare, e problemi negli anni ne abbiamo avuti. Ma adesso vogliamo guardare al futuro, rinforzando le due vocazioni del nostro sito: l’amore per le notizie riguardanti la tecnologia ed il senso di community che ci appartiene da prima ancora che il sito fosse fondato.

Cosa cambierà?
Molto, ma senza stravolgimenti. L’idea è quella di dare una rinfrescata alla interfaccia, investire nell’aspetto social della nostra community ed allargare il campo del settore tecnologico del quale ci occupiamo, quindi non solo apple ma tutto il mondo tech. Due nuove collaborazioni sono alle porte e questo nuovo vento porterà notizie fresche di giornata e divertimento per la community.
Già da oggi nuovi articoli.
Ricordo che le porte della nostra redazione sono sempre aperte a chi si voglia cimentare nel campo delle news.