Unknown-4Gli Instagramers Reggio Calabria organizzano il primo instawalk della città dello stretto.

L’idea è quella di far conoscere, a quante più persone possibile, le bellezze della nostra città approfittando anche del gran numero di turisti che affolla le vie del centro in questi giorni.
Per questo instawalk abbiamo scelto un hashtag semplice ma azzeccato: #reggioapasseggio.
L’appuntamento è fissato per martedì 18 agosto alle ore 18.00 in piazza Italia, il salotto della città.
Ci sposteremo per visitare prima il Castello Aragonese e successivamente le mille bellezze del Lungomare Falcomatà, dalla vegetazione alle sculture, aspettando il tramonto. Al termine della passeggiata, per chiunque si voglia unire, è in programma una sfiziosa hamburgherata presso l’ Hamburgeria, che delizierà i palati degli instagramers.
Sono invitati a partecipare tutti gli appassionati di fotografia compresi quelli senza account instagram – nessun problema glieli creeremo noi!Per maggiori info scrivete una mail all’indirizzo di posta elettronica igersreggiocalabria@icloud.com oppure contattate i ragazzi sui social elencati sotto.Twitter | (@igersreggiocal)

Instagram | (@igers.reggiocalabria) 

Facebook | Instragramers Reggio Calabria

Schermata 2015-07-16 alle 16.31.30Apple ha lanciato oggi una nuova versione di iPod touch, con una CPU A8 a 64-bit. Questo rompe un lungo periodo di abbandono per il dispositivo iOS più economico di Apple, che lo scorso aggiornamento ricevuto era stato nel 2012. Sarà un enorme salto in termini di prestazioni rispetto al processore dell’ iPod touch precedente che era un A5. Sia la telecamera anteriore che la posteriore sono state migliorate, con un sensore sul retro da 8 megapixel di risoluzione.

Il nuovo iPod touch è disponibile per la prima volta in color oro come l’iPhone e iPad, oltre a nuove colorazioni  come blu e rosa . L’iPod touch avrà inoltre un modello da 128 GB in vendita a 469€. Il modello base di in vendita a 239€ rimane con 16 GB di memoria integrata, il modello da 32 GB costerà 289€ e la versione a 64 GB 349€.

Ci sono anche gli aggiornamenti di iPod shuffle e iPod nano, anche se questi sono solo modifiche estetiche alla fascia dei prodotti. Ora sono disponibili in blu, rosa e oro oltre al grigio scuro.

Il nuovo iPod touch include anche il coprocessore M8 per fitness tracking, proprio come l’iPhone, così come il supporto per 802.11ac. La fotocamera anteriore ora supporta la modalità burst per scatti selfie veloci. I prezzi e le specifiche di iPod nano e Shuffle rimangono gli stessi.

Nonostante una fotocamera migliorata, il nuovo iPod touch non include la cinghia da polso ‘Loop’ che aveva la generazione precedente. Tutto sommato un piccolo aggiornamento per un settore che la Apple sembra no voler abbandonare.

macosxinstalldiscs-100247528-largeVi sembrerò un pazzo, ma rimpiango quando pagavamo ad Apple le majors dei suoi sistemi operativi. Erano tempi in cui i bugs venivano risolti rapidamente e se non fosse stato per pochi passi falsi, ogni sistema operativo rappresentava un traguardo nelle prestazioni ed affidabilità lavorativa.
La mia memoria risale al Mac OS 8.5.
Ricordo la scheggia del Mac OS 9. Le beta del Mac OS 10.0 – 10.1 – 10.2 sino al 10.3 che rappresentò il primo vero OS dalle performance dovute per poterlo lasciare come disco di avvio principale.
Poi venne il 10.4 che considero tra i migliori mai sviluppati. Seguì un semi passo falso che fu il 10.5. Falso solo perché era certificato funzionante su Mac non di ultimo pelo, per cui dopo l’installazione non si riusciva neanche più a spostare un file in una cartella. Segui il non prosultra delle ottimizzazione ovvero il 10.6. Anch’esso nell’eden dei migliori sistemi operativi mai visti.
Dal 10.7 cominciò il mercato dei Mac OS a 25€ e poi 15€ ovvero lo schifo. Lag grafici, rallentamenti diffusi… Wi-Fi a singhiozzo proprio nel mentre veniva lanciato il nuovo percorso Apple… Tutto senza fili per una vita nel cloud.. E dunque per inasprire le pene, ecco arrivate pure il conflitto tra il bluetooth ed il Wi-Fi, per cui se collegavi un mouse senza fili degradavi la connessione sino a renderla ingestibile. Bisognerà sopravvivere al 10.8 per poter avere qualche miglioria nel 10.9.

Continue reading “Quando i sistemi operativi li pagavamo…” »

Apple Store: quali Mac comprare.

mac-family-bb-201501A differenza di qualche anno fa, lo store Apple inizia ad essere sempre più affollato di prodotti, non facilitando la scelta all’acquisto. Non mi riferisco solo ai diversi settori a cui ora Apple è interessata, ma anche il solo spazio dedicato ai computer comincia sempre più ad intasarsi tra Air di diverse dimensioni, MacBook Pro distinti sino a quel che tempo fa tra retina e non, con lettore cd e non… Un gran bel casino!
Ho provato dunque a scremare quello che veramente è interessante sullo store in funzione alle prestazioni, prezzo ed esigenze pro-consumer, alla luce di un Mac OS 10.10 penibile, a mio avviso il peggiore di tutti i tempi. Le cose spero cambieranno col 10.11!
I Mac completamente inutili all’acquisto sono:
  • Il nuovo MacBook. Bellissimo, ma prestazioni di 5 anni, rese ancora peggiori da un OS non generoso. Per il momento è una sperimentazione che diventerà una realtà tra due versioni, non prima credo.
  • Mac mini, rappresenta il vero hub da salotto al posto di una Apple TV mai decollata. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un computer depotenziato a causa di un sistema operativo esoso e goffo e schede grafiche non degne neanche del primo prezzo.
  • MacBook Pro 13 retina è in bilico. La considero una bella macchina, ottimo schermo, buone dimensioni e leggerezza. Unico neo è la scheda video. Anche in questo caso si sarebbe potuto fare molto meglio.
  • Sconsigliatissimo il nuovo iMac 27 retina in tutte le varianti. Un computer per cui ancora non è stato fatto un sistema operativo che riesca a gestirlo. Il 10.10 su queste macchine ti fa odiare Apple. Continui rallentamenti, lag grafici incomprensibili. Si spendono intorno ai 2.200€ per il modello base, e sembra d’aver un computer già vecchio.

Promossi gli Air che nel rapporto qualità/prezzo e fascia in cui si inseriscono, rispondono benissimo alla domanda. Gli iMac 27 non retina promossi pure a pieno titolo. Super promosso il Mac Pro che riesce a ben digerire Yosemite oltre che quantità di lavoro enormi.

Ciccio Mac

Schermata 2015-07-10 alle 17.53.02Come spesso succede Apple concede dei regalini ai propri utenti, sia le app gratuite oppure le canzoni o come in questo caso i libri. Dal 10 al 13 luglio, saranno scaricabili 4 libri gratuiti di nuovi autori emergenti. Si tratta di “Ogni giorno il suo male” di Antonio Fusco; “Oltre i limiti” di Katie Mc Garry; “Atlantis Genesi” A.G. Riddle; “La donna di troppo” Enrico Pandiani.

Per scaricarli, basta aprire l’applicazione iBooks e andare sullo store, li troverete il pulsante Nuovi Autori, cliccate e scegliete i titoli che più preferite.
In ogni caso qui ci sono i link diretti ed una breve descrizione.


A quanto pare nel dipartimento di marketing e pubblicità a Cupertino hanno lavorato sodo, infatti, in poche ore lanciavano nuovi video per la campagna “Ahot on iPhone 6″, e successivamente veniva presentata la loro nuova campagna pubblicitaria, incentrata ancora sul dispositivo di punta della società, sì, l’iPhone.
“Se non è un iPhone, non è un iPhone” è il nome della nuova campagna che cerca di continuare il posizionamento di iPhone. E sì, il motto che ci porta immediatamente alla campagna lanciata con l’iPhone 4 nel 2012: “Se non hai un iPhone, non hai un iPhone”, che gioca allo stesso modo ripetendo il nome del prodotto.
Questa nuova campagna è composta, per il momento, da due annunci, il primo dal titolo “Loved”, che mostra un sacco di persone in varie situazioni, attraverso la ripetizione costante di dispositivi intorno allo schermo, lo spot dice che, il 99% degli utenti iPhone… lo amano.

Il secondo, dal titolo “Hardware e Software” si potrebbe dire che esalta una delle grandi caratteristiche e vantaggi che l’iPhone ha nei confronti di competitors, il fatto che hardware e software sono progettati da Apple stessa. Ovviamente, è anche un riferimento a Samsung e Android, come sappiamo, è il sistema operativo progettato da Google, adattato da altri produttori e installato in una varietà di dispositivi. In particolare ci vengono mostrati i profili dell’iPhone 6 che come molti di voi sapranno sono stati esattamente copiati da samsung nel loro galaxy S6.

Come si vede, entrambi gli annunci sono molto in linea con la tradizione Apple, diretta, con la musica che fa un buon accompagnamento e la voce che ci dice una parte di ciò che vediamo e vuole trasmettere l’azienda.
Cosa ne pensate della campagna?

testaterzaA circa 6 mesi dalla seconda edizione il Komics Reggio Calabria, arte e cultura del fumetto, giunge alla sua terza edizione, è composto dall’insieme di una serie di eventi trainati da un tema comune, il fumetto.

Komics Reggio Calabria è un evento dedicato alle arti figurative in generale ed in particolare al fumetto, all’animazione, ai giochi, ai videogiochi e all’immaginario fantasy e fantascientifico. Alla terza edizione, parteciperanno: specialisti del settore provenienti da tutta Italia; la Casa Editrice Shockdom con gli autori, Fraffrog, Rincione (Pee Show), Chiappara (Prenzy) Iemmola, Seforart, Polizzo; Sergio Gerasi (Casa Editrice Sergio Bonelli & Casa Editrice BAO) che ha relizzato per il Komics Reggio Calabria un disegno inedito di Dylan Dog; incontro con alcuni autori calabresi e non: Pasquale Qualano (Zenescope Entertainment), Luca Maresca (Casa Editrice Sergio Bonelli), Andy Ventura, Mirco Pierfederici (Marvel, Scuola internazionale di comics) Umberto Giampà ed Emilio Amaddeo (autori della locandina della III edizione del Komics Reggio Calabria), Vincenzo Raimondi, Danilo Sirianni DAS, Dick e Cok, Antonio Federico, Antica (Agostino Massimo Mano & Antonio Cittadino), Giovanni Pirrotta, Anna Leotta, Lit&Pony (Fabiana Suraci e Debora Guzzo), Feaji. A fare parte della kermesse di artisti: Leonardo Graziano (doppiatore); gli youtubers Marco Merrino, NerdKitchen e Fraffrog; Tornei Games, Contest Cosplay e un concorso per giovani talenti. Inoltre, parteciperanno le associazioni della Croce Rossa Italiana e l’ADSPEM Reggio Calabria. Il Komics Reggio Calabria ospiterà la mostra “Sulla stessa barca” è un’iniziativa benefica nata, in Sicilia, dopo il tragico evento del 3 ottobre 2013 nel quale oltre 360 naufraghi persero la vita al largo delle coste di Lampedusa, con oltre 53 opere di disegnatori di fumetti professionisti e La Scuola di Fumetto di Palermo.

Il Komics Reggio Calabria si svilupperà in aree tematiche:

Continue reading “Terza edizione del Komics Reggio Calabria dal 9 al 12 luglio alla Villa Comunale” »

 MusicVolete provare Apple Music gratis e senza incappare nel rinnovo automatico? Ecco la guida per divertirvi senza rischi col nuovo servizio di streaming Apple.
In concomitanza con l’arrivo del prossimo major update del sistema operativo mobile di Apple, la versione iOS 8.4, è previsto anche il debutto del servizio nuovo di zecca Apple Music, attraverso il quale la compagnia di Cupertino prende d’assalto l’ambiente dello streaming musicale.

Apple Music costa 9,99€ al mese per singolo utente, e 14,99€ al mese per il piano familiare; i primi tre mesi, tuttavia, sono assolutamente gratuiti e si può usufruirne senza dover per forza lasciare attivo il rinnovo automatico. Ecco come si fa, ma prima qualche informazione rapida sul servizio.

5 cose da sapere su Apple Music

  • Disponibilità: Per utilizzare  Music, occorre installare su Mac OS X 10.4 e iTunes 12.2; su iPhone e iPad, invece, occorre aggiornare a iOS 8.4. In futuro, Apple espanderà il servizio anche su Apple TV e Android.
  • Contenuti: Una volta attivato l’abbonamento, avrete a disposizione quasi tutto l’archivio musicale di iTunes, con alcune eccezioni di rilievo tipo i Beatles. Ci saranno invece gli AC/DC, benché in passato si fossero schierati contro lo streaming musicale.
  • Preferenze: Per far capire ad Apple Music quali brani proporci, basta toccare con un dito le bolle col genere che ci interessa: il tocco a un dito indica una preferenza normale, mentre un tocco a doppio dito segnala un amore spassionato. Una volta istruito, il sistema proporrà canzoni e autori in modo smart nella sezione “Per Te.”

Continue reading “Provare Apple Music (senza rinnovo): Guida Completa” »

Apple Music è online

Dopo più di un anno di voci e speculazioni dall’acquisto di Beats, possiamo finalmente dire: Apple music è finalmente disponibile. Con iTunes il modello di musica in streaming vede finalmente la luce dopo anni di tentativi, e lo fa con il sostegno della stragrande maggioranza degli artisti dopo le battaglie riguardanti i guadagni.
Il lancio è avvenuto con l’arrivo di iOS 8.4 su iPhone e iPad, e con una nuova versione di iTunes disponibile sia per Windows e OS X. Basta effettuare questi aggiornamenti e si può iniziare ad usarlo.

E ‘ufficiale: Apple entra nella musica in streaming e conferma questo modello come un passo verso il futuro.

Ricordiamo che Beats 1 radio ha iniziato a trasmettere da qualche ora, quindi, se stai leggendo questo articolo puoi andare a testare le canzoni del catalogo in streaming, le playlist raccomandate ed ancora vedere ciò che gli artisti mettono nei loro nuovi profili sociali.

Da ora il tempo per esplorare e scoprire tutti i dettagli che Apple Music ha ancora nascosti. Se ti registri ora, è possibile utilizzarlo completamente gratuito fino al 30 settembre.

Schermata 2015-06-29 alle 11.23.50
In una domenica dalle temperature di piena estate continuano ad arrivare informazioni più specifiche sul lancio di Apple Music. Infatti, il direttore del servizio ed ex CEO di Beats Musica Ian Rogers ha confermato nel suo blog che iOS 8.4 arriverà il Martedì 30 giugno alle ore 17:00 in italia (le 8:00  a San Francisco).
Apple Music arriverà sui nostri dispositivi con iOS 8.4, per cui l’aggiornamento dovrebbe coinvolgere l’attivazione del nuovo servizio di musica automaticamente. Beats Radio 1 inizierà a trasmettere un’ora dopo, alle 18:00 in Italia e  alle 9: 00 a San Francisco.

650_1200L’azienda non ha risparmiato nessuno sforzo per richiamare l’attenzione su Apple Music: canzoni in distribuzione esclusiva ed un grande spazio pubblicitario a Times Square… devono usare la forza di iTunes per attirare gli utenti dei servizi rivali. Infatti in molti già stanno chiudendo il proprio abbonamento Spotify, in attesa di Apple Music.

Apple Music erediterà la possibilità di caricare le canzoni che non sono nel catalogo di iTunes, come già facciamo in iTunes Match. E sembra si possano inserire fino a 100.000 brani sulla nuvola.

In ogni caso, con artisti indipendenti in streaming pronti a sbarcare su iTunes Music, non credo che dovremo mettere online troppe canzoni per conto nostro.