Apple Store: quali Mac comprare.

mac-family-bb-201501A differenza di qualche anno fa, lo store Apple inizia ad essere sempre più affollato di prodotti, non facilitando la scelta all’acquisto. Non mi riferisco solo ai diversi settori a cui ora Apple è interessata, ma anche il solo spazio dedicato ai computer comincia sempre più ad intasarsi tra Air di diverse dimensioni, MacBook Pro distinti sino a quel che tempo fa tra retina e non, con lettore cd e non… Un gran bel casino!
Ho provato dunque a scremare quello che veramente è interessante sullo store in funzione alle prestazioni, prezzo ed esigenze pro-consumer, alla luce di un Mac OS 10.10 penibile, a mio avviso il peggiore di tutti i tempi. Le cose spero cambieranno col 10.11!
I Mac completamente inutili all’acquisto sono:
  • Il nuovo MacBook. Bellissimo, ma prestazioni di 5 anni, rese ancora peggiori da un OS non generoso. Per il momento è una sperimentazione che diventerà una realtà tra due versioni, non prima credo.
  • Mac mini, rappresenta il vero hub da salotto al posto di una Apple TV mai decollata. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un computer depotenziato a causa di un sistema operativo esoso e goffo e schede grafiche non degne neanche del primo prezzo.
  • MacBook Pro 13 retina è in bilico. La considero una bella macchina, ottimo schermo, buone dimensioni e leggerezza. Unico neo è la scheda video. Anche in questo caso si sarebbe potuto fare molto meglio.
  • Sconsigliatissimo il nuovo iMac 27 retina in tutte le varianti. Un computer per cui ancora non è stato fatto un sistema operativo che riesca a gestirlo. Il 10.10 su queste macchine ti fa odiare Apple. Continui rallentamenti, lag grafici incomprensibili. Si spendono intorno ai 2.200€ per il modello base, e sembra d’aver un computer già vecchio.

Promossi gli Air che nel rapporto qualità/prezzo e fascia in cui si inseriscono, rispondono benissimo alla domanda. Gli iMac 27 non retina promossi pure a pieno titolo. Super promosso il Mac Pro che riesce a ben digerire Yosemite oltre che quantità di lavoro enormi.

Ciccio Mac

Alfred è ormai un’applicazione popolare tra i Mac User, direi quasi indispensabile. Utile ad effettuare ricerche istantanee di file e di contenuti web ma non solo, la parte più interessante – per il sottoscritto – di questa applicazione è la possibilità di creare potenti workflow, combinazioni di tasti di scelta rapida e action il tutto senza scrivere una sola riga di codice!

Alfred ricorda in un certo qual modo un’estensione del Finder che i Mac User più anziani sicuramente rammenteranno – sto parlando dei bei vecchi tempi del Mac OS 8.5 – intitolata “Sherlock“.

…applicazione popolare tra i Mac User, direi quasi indispensabile.

Questa estensione permetteva di effettuare ricerche tra i file del computer e sul web attraverso una semplice interfaccia e una serie di plugin capaci di sostituire qualunque motore di ricerca. In seguito, con l’avvento del Mac OS X 10.4 “Tiger”, Sherlock è stato rimosso dal sistema e sostituito dai più recenti Spotlight e Dashboard.

ipad-and-imac-on-desk

Da oggi grazie ad “Alfred Remote” gli sviluppatori ci permettono di poter “controllare” i nostri Mac direttamente dai dispositivi iPhone e iPad.

Continue reading “Recensione: Alfred Remote trasforma il tuo dispositivo iOS in un telecomando per Mac” »

Minuum Keyboard
La Minuum non è di sicuro una novità per gli utenti di altri sistemi operativi mobili, di fatto è una delle tastiere di terze parti più innovative degli ultimi anni.
Finalmente, dopo il rilascio di iOS 8, ed ancor meglio a seguito della migliore integrazione su iOs 8.1 , è divenuto possibile utilizzare anche delle tastiere di terze parti, tra queste, già presente in app store da diverse settimane, vi è la Minuum.

Ci informano in esclusiva gli sviluppatori che, tra poche ore verrà rilasciata nell’App Store la versione 1.2 con l’aggiunta di 12 nuove lingue, tra le quali l’italiano ed altre interessanti features.

“The Little Keyboard for Big Fingers” , ovvero la Minuum, è la piccola tastiera ideale per le grosse dita.
Non si tratta della classica tastiera Swype, ormai divenuta di moda su quasi tutti i telefoni, ma può vantare di aver introdotto un metodo di digitazione intelligente ed innovativo che consente, oltre alla tastiera classica, il riconoscimento del testo grazie alla pressione dei tasti su una singola riga.

Il riconoscimento del testo avverrà in maniera immediata e straordinariamente efficace, anche se all’inizio vi sembrerà un po più complicata del solito, potreste anche non farne più a meno.

La tastiera è disponibile in moltissime lingue ed in diverse colorazioni personalizzabili, e consente tra le altre cose, grazie alle sue varianti di layout (uno tradizionale, l’altro “mono” riga) di migliorare la parte visibile dello schermo, utilissima quindi mentre si naviga o si vuol continuare a vedere ciò che avviene nell’altra parte dello schermo. Continue reading “Sta per arrivare Minuum: la tastiera più innovativa ed intelligente, finalmente in Italiano” »



 

CredLand

di antonio valletta

0.99 EUR
CredLand

Categoria: Giochi, News, Avventura, Azione
Aggiornamento: 03.06.2014
Versione: 1.0
Peso: 9.09 MB
Lingue: English
Valutazione:
Requisiti: iPhone4-iPhone4, iPad2Wifi-iPad2Wifi, iPad23G-iPad23G, iPhone4S-iPhone4S, iPadThirdGen-iPadThirdGen, iPadThirdGen4G-iPadThirdGen4G, iPhone5-iPhone5, iPodTouchFifthGen-iPodTouchFifthGen, iPadFourthGen-iPadFourthGen, iPadFourthGen4G-iPadFourthGen4G, iPadMini-iPadMini, iPadMini4G-iPadMini4G, iPhone5c-iPhone5c, iPhone5s-iPhone5s, iPadAir-iPadAir, iPadAirCellular-iPadAirCellular, iPadMiniRetina-iPadMiniRetina, iPadMiniRetinaCellular-iPadMiniRetinaCellular, iPhone6-iPhone6, iPhone6Plus-iPhone6Plus, iPadAir2-iPadAir2, iPadAir2Cellular-iPadAir2Cellular, iPadMini3-iPadMini3, iPadMini3Cellular-iPadMini3Cellular, iPodTouchSixthGen-iPodTouchSixthGen, iPhone6s-iPhone6s, iPhone6sPlus-iPhone6sPlus, iPadMini4-iPadMini4, iPadMini4Cellular-iPadMini4Cellular, iPadPro-iPadPro, iPadProCellular-iPadProCellular, iPadPro97-iPadPro97, iPadPro97Cellular-iPadPro97Cellular, iPhoneSE-iPhoneSE, iPhone7-iPhone7, iPhone7Plus-iPhone7Plus
Voto:

iPhone & iPad Apps iTunes Plugin

Oggi vi parleremo dell’App creata da un nostro socio e sviluppatore, Antonio Valletta, che sta ottenendo un discreto successo. Sullo  schema simile a Flappy Bird, questo è un videogioco a scorrimento che utilizza una grafica molto semplice in stile anni ottanta, che richiama un ambiente extraterrestre. L’obiettivo è quello di far volare un fantasma di forma tondeggiante attraverso una serie di colonne di pietra, evitando di farlo scontrare contro di esse o di farlo cadere per terra. Il “fantasma”, quando non riceve comandi, si abbassa e cade verso il fondo dello schermo, e l’unico modo che ha il giocatore per manovrarlo è quello di premere ripetutamente sullo schermo per fargli sbattere le ali e farlo sollevare. Il giocatore guadagna un punto per ogni coppia di colonne di pietra attraversata. Ad ogni pressione sullo schermo corrisponde un solo battito delle ali, che comporta un innalzamento minimo, il che rende il pennuto molto sensibile ai movimenti, motivo per cui il gioco risulta piuttosto difficile e impegnativo. Con un’ atmosfera unica, CredLand è un gioco ricco di avventura di effetti ambientato in un mondo fantastico pieno di rocce e di alberi ma nasconde qualcosa di terrificante.

CredLand

Vi assicuro che mentre lo stavamo testando abbiamo provato il gioco e per almeno 20 minuti non abbiamo smesso di giocare. IN altre parole divertente per un passatempo veloce e spensierato.

Vola e cerca di sopravvivere nel fantastico mondo di CredLand.

App Store | CredLand

iTunesRadioGuidaAvete scaricato iOS 7 e lo state provando su uno dei vostri dispositivi? Beh allora non potete perdervi iTunes Radio. Come sicuramente alcuni di voi sapranno iTunes Radio è disponibile solo per gli USA (ad oggi) in maniera gratuita con delle interruzioni pubblicitarie o se siete registrati ad itunes match è totalmente libero dalle interruzioni. Noi lo stiamo provando e si tratta veramente di un magnifico servizio che probabilmente polverizzerà servizi come spotify e simili. Ma vediamo come fare per provarlo in Italia:

  1. Per prima cosa occorre  avere o creare un account gratuito su iTunes Usa, Continue reading “Guida e Review: Abilitare iTunes Radio anche in Italia” »

Recensione: iStomp, il pedale per chitarra & iOS

iStompArticle

Gli iOS Device sono potenti strumenti per fare musica, ma quando si combinano con hardware studiati e realizzati su misura, i nostri iPad, iPhone o iPod Touch le loro prestazioni si completano. In effetti, molti chitarristi hanno trovato nei loro dispositivi iOS i partner pratici e perfetti per realizzare la loro musica.

iStomp001

L’iStomp di Digitech è uno stomp box effect per chitarra elettrica in stile pedale. Scaricando la libreria gratuita Digitech Stomp Shop dall’AppStore sarà possibile programmare ed innescare vari effetti attraverso una gamma di oltre 20 pedali. Fisicamente, l’hardware rispecchia molto l’idea di un pedale per chitarra, costruito con la stessa robustezza di altri pedali in commercio, come questi sarà in grado di gestire moltissimi “stampaggi” .

Collegando l’unità iStomp ad un iPhone o iPad o iPod Touch attraverso il Cavo Digitech(DSC) incluso sarà l’app Digitech Stomp Shop a stabilire la relazione tra il pedale ed il dispositivo, permettendo di caricare sull’iStomp effetti diversi. Gli effetti potranno essere caricati sul pedale uno alla volta e modificate quando necessario. Una volta caricato l’effetto, il pedale agirà come un tipico stompbox qualunque.

Continue reading “Recensione: iStomp, il pedale per chitarra & iOS” »

RobertoMazzoneIl nuovo eBook di Roberto Mazzone “Crea Applicazioni per iPhone e iPad” è un manuale di programmazione dedicato ai giovani developer  che vogliono raggiungere il loro scopo.

Dal suo blog, Roberto Mazzone – iOS Developer, l’autore del manuale, disponibile su iBook Store,  si presenta: “ho 19 anni e sviluppo per dispositivi Mobile da circa un anno e mezzo. Ho iniziato la mia “carriera” di developer con la semplice idea di “voglio fare un’applicazione per iPhone”. Col tempo, studiando e studiando, sono riuscito a creare un’applicazione arrivata #6 nelle più acquistate di App Store. “Parla con Ruggero”. Ho deciso di scrivere un libro di tutorial per iOS data la scarsità del materiale italiano. Il costo del libro è realmente simbolico, 3,99 € è solo un modo per premiare il mio lavoro e la buona volontà. Avvicinarsi al mondo della programmazione per iPhone non è molto semplice, ne so molto io perché ho iniziato a studiare senza avere nessuna base di programmazione ma, pian piano, sono riuscito a vedere sempre di più i risultati”

Diviso in 20 capitoli, all’interno del libro troverete una serie di guide che consentiranno ai nuovi developer di imparare e capire in modo semplice come realizzare nuove applicazioni, anche attraverso l’aggiunta di immagini e di suggerimenti utili per iniziare a sviluppare utilizzando l’SDK di Apple, Xcode:

  • Hello Word
  • Utilizziamo le UIWebView
  • Utilizziamo l’UIScrollView
  • Rendiamo le nostre applicazioni compatibili con iPhone 5
  • Creiamo una UIAlertView
  • Importiamo i Framework
  • Inviamo una e-mail dalle nostre applicazioni
  • Impariamo ad utilizzare le UITableView
  • Leggiamo i dati da un Plist
  • Utilizziamo l’accelerometro
  • Utilizziamo le UITabBar
  • Facciamoci lasciare una recensione su App Store
  • Creiamo un bottone da codice
  • Creiamo un lettore di Feed RSS
  • Inviamo un SMS dalla nostra applicazione
  • Blocchiamo l’applicazione se il dispositivo è jailbroken
  • Apriamo un link su Safari tramite un UIButton
  • Aggiungiamo una musica di sottofondo alle nostre applicazioni
  • Disabilitiamo ARC su alcuni file
  • UIActionSheet, i menu a tendina

Disponibile a soli € 3,99 su iBook Store | Download

ChargedQuante volte vi è capitato subito dopo aver lasciato l’ufficio oppure dopo essere usciti di casa, e di pensare: “maledizione avrei dovuto ricaricare il cellulare”?A me milioni di volte (anzi adesso lo metto in carica), causando, delle volte l’uso ridotto dell’iPhone, ed altre addirittura lo spegnimento. L’energia è la parte più importante per uno smartphone. Se la batteria è scarica finiscono tutti i giochi e la tavoletta diventa completamente inutile. Per tale motivo è sempre meglio uscire di casa con la batteria completamente carica.

L’applicazione Charged, ci da una mano nella gestione della batteria. L’applicazione, sfruttando la geolocalizzazione della propria abitazione, imposta un livello minimo di batteria che bisogna avere quando si esce di casa, l’app avvisa con una notifica se stiamo uscendo con un livello inferiore al nostro limite, dandoci modo di prendere un caricabatterie, oppure di correre ai ripari nei modi che vi sono più congeniali.

charged2L’app funziona anche in maniera inversa, vale a dire che ci avvisa di ricaricare la batteria quando entriamo in casa se questa ha un livello inferiore al limite impostato precedentemente. Dopo il salto altre info ed un video. Continue reading “Recensione: Charged, l’app che ti aiuta a non avere il cellulare scarico” »


stayhungry
Oggi abbiamo il piacere di recensire l’App di un giovane sviluppatore italiano, che si chiama Salvatore Castaldi,  L’idea di creare quest’app è venuta dopo la morte di Steve Jobs. Una persona che è stata capace di suscitare grande interesse  in milioni di persone sia sul profilo imprenditoriale che su quello umano, ed anche al giovane sviluppatore.
Il nome dell’applicazione è Stay hungry, e si colloca a metà strada tra un’app d’intrattenimento ed un Puzzle Game, un Casual Game insomma.
 

di


Categoria:
Aggiornamento: ..
Versione:
Peso: 0 MB
Lingue:
Valutazione:
Requisiti:
Voto:

L’obiettivo, come cita la descrizione nell’App Store, contrariamente alla concezione usuale di un gioco, è di fare meno punti possibili e questo fa parte del carattere sopra le righe del gioco, che vuole fornire una forma d’intrattenimento inconsueta e bizzarra, leggera ma al contempo non di semplice conclusione. Continue reading “Recensione: Stay Hungry, un gioco rompicapo dedicato a Jobs” »

iTochCi siamo imbattuti in questo oggetto, per caso, al Macef 2013. Abbiamo visto nella zona più “naturale” dell’esposizione alcuni ciocchi di legno di vari colori appoggiati su di un tavolo, con delle luci ad illuminarli per un’esposizione splendida. Ci siamo subito avvicinati e man mano abbiamo notato un certo stile, uno stile  noto… direi Apple. Così abbiamo chiesto di cosa si trattasse, visto che il nome di quest’oggetto è iTòch e solo dal nome si capisce poco. Davide Barbieri, che avremmo conosciuto dopo, non ci ha detto nulla ha tirato fuori dalla tasca il suo iPhone, ha fatto suonare una canzone e dopo pochi secondi lo ha inserito dentro il “pezzo di legno”. Con nostro stupore il suono dell’iPhone è stato estremamente amplificato, all’interno dell’area espositiva del macef, che sicuramente non è un posto silenzioso. Così abbiamo approfondito la conoscenza del prodotto e del suo ideatore il quale ci ha spiegato subito da dove viene il nome:

“iTòch è un tòcc de legn… un pezzo di legno, in dialetto lombardo, un po’ tecnologizzato dall’aggiunta della i iniziale che fa tanto Apple.”

In sintesi il prodotto di cui parliamo, visto al Macef, è un sorprendente massello di legno, lavorato in maniera tale da funzionare egregiamente da amplificatore, totalmente senza alimentazione elettrica, inserendo nell’apposita sede il vostro iPod o iPhone. La realizzazione è avvenuta grazie alla collaborazione dell’azienda Realizzatori di Idee, con un liutaio che ha realizzato il canale nel quale il suono si diffonde ed ha stimato che una sua amplificazione del 30%.
Dopo la prova iniziale, al Macef, abbiamo chiesto al gentile Davide, di poterlo recensire in un ambiente più “normale” come il salotto di casa.

Le impressioni sono ottime, Continue reading “Recensione: iTòch, amplificatore per iPhone naturale ed autoalimentato” »