Keynote WWDC2015: LIVE

IMG_2015-06-08 18:04:56Come è già successo in passato Apple ha inserito un’App della WWDC sulle Apple TV in modo da poter seguire in diretta Streaming il Keynote di oggi.
Chiaramente oltre questa opportunità potremo seguirlo via web a quest’indirizzo http://www.apple.com/live/2015-june-event/. Questo link funzionerà sia dai browser normali che da i browser di iOS quindi con qualsiasi dispositivo potrete seguirlo. Ricordate di seguire le novità dalle 18:30 anche sulla pagina Live del nostro sito dove posteremo commenti e impressioni in diretta.

Seguiteci anche su twitter @calmug e su Facebook Calmug

WWDC 2015 quali novità?

wwdc6-750x389Nei mesi precedenti ai Keynote di Apple c’è sempre un gran numero di di notizie, più o meno fondate. Informazioni ipotizzate dagli specialisti, indiscrezioni trapelate per mano di persone che non sanno mantenere i segreti, errori nella copertura, indiscrezioni pagate con le mazzette e quelle fatte circolare di proposito dalla società.

Un miscuglio di informazioni che diligentemente setacciamo accuratamente, mantenendo solo le più veritiere. In questo articolo allora cercheremo di avanzare delle ipotesi su quelle che potranno essere le novità di questa WWDC15.

iOS 9

Di certo non è un segreto il fatto che Apple utilizzi i Keynote per mostrare la nuova versione del sistema operativo per dispositivi mobili. Anche quest’anno vedremo la nuova versione di iOS. Si vocifera che non ci saranno novità da effetto WOW.

Secondo le indiscrezioni, infatti, quest’anno Apple ha lavorato molto sull’ottimizzazione del sistema operativo, un po’ come avvenne con il passaggio da Leopard a Snow Leopard per OS X. Avremo, quindi, un sistema operativo più veloce, meno pesante e in grado di funzionare ancora con i vecchi iPhone 4S.

Si vocifera anche la presenza di tre funzioni:

  • Rootless: un sistema che non rende accessibili le aree sicure ai malware. Una soluzione che Apple integrerà per mettere al sicuro gli utenti. Rootless arriverà prima in iOS e successivamente in OS X.
  • iCloud Drive: la società si focalizzerà nel rendere più sicure le comunicazioni tra iCloud e le app di terze parti. Inoltre la sincronizzazione diventerà molto più affidabile.
  • Trusted WiFi: una funzione che consentirà di collegarsi in modo sicuro ai WiFi pubblici, per evitare grane per la sicurezza.

Mediante la tecnologia Proactive, inoltre, Siri dovrebbe diventare più intelligente, capace di mescolare meglio le informazioni provenienti da internet e quelle provenienti da altre app. Io mi aspetterei anche l’arrivo delle API per usare Siri nelle altre app.

Inoltre si vocifera la presenza di una funzione split per dividere lo schermo dei dispositivi, forse solo degli iPad, in due. In modo da usare due applicazioni contemporaneamente. Potrebbe arrivare anche l’accesso ad utente multiplo in iOS. Tipo un iPad potrebbe essere usato da vari membri della famiglia. Quando uno di questi accede al tablet si trova le proprie informazioni e impostazioni.

Mac OS X 10.11

Le indiscrezioni su OS X 10.11, successore di Yosemite, sono state veramente poche. Dopo il grande aggiornamento dello scorso anno, dove è stata cambiata la grafica e aggiunte tante novità, probabilmente quest’anno, come si prospetta per iOS 9, ci sarà solo un’ottimizzazione del sistema operativo, per renderlo più veloce e leggero.

Io mi aspetto di vedere anche Siri per OS X. Ormai è un passo naturale che è probabile vedere. Di sicuro ci saranno novità in ambito della sicurezza, per allontanare ulteriormente il pericolo malware.

WatchOS

 Il WWDC 2015 sarà sicuramente l’occasione giusta per parlare anche della prossima versione del sistema operativo per smartwatch. Al momento non sappiamo cosa prevederà l’upgrade, anche perché l’Apple Watch è piuttosto recente, anzi in Italia sarà disponibile solo dal 26 giugno. Continue reading “WWDC 2015 quali novità?” »

Voglia di Apple Watch? Ecco come averlo!

Apple-Watch-italy-mainNon riuscite ad aspettare il debutto di Apple Watch in Italia? Ad oggi, l’unico metodo per avere il nuovo smartwatch di Apple è quello di preordinarlo tramite lo store online di uno dei paesi che ha iniziato a commercializzarlo. Questo implica che anche se avete in programma un viaggio negli Usa o nel Regno Unito, anche recandovi allo store non potrete prendere un indossabile apple.

Come fare, dunque, per averlo?
Una delle possibilità è quella di effettuare l’acquisto tramite l’Apple Store UK e affidarsi ad uno dei tanti servizi di mail forwarding, che permettono di inoltrare il pacco in Italia.

Si sono sparse un sacco di voci sulla possibilità che la boutique 10 Corso Como possa avere gli Apple watch in anticipo… Tutte sciocchezze a seguito di una trovata pubblicitaria da parte della proprietà della boutique. Non abbiamo ancora notizie su quando possa essere commercializzato in Italia e visto che la produzione procede a rilento, probabilmente dovremo aspettare ancora un bel po’, perciò effettuare un acquisto tramite l’Apple Store UK permette di ridurre notevolmente i tempi di attesa.

Per riuscire in questa operazione è necessario appoggiarsi a servizi di mail forwarding che sono, sicuramente noti tra gli tutti coloro hanno effettuato acquisti dall’estero, su siti web che non consegnano in Italia. Ad esempio, fino a che Amazon non aprì il proprio negozio online in Italia, molti utenti effettuavano acquisti all’interno del negozio statunitense per poi farsi recapitare a casa il pacco.

Di fatto, anche per l’Apple Watch è possibile utilizzare uno dei tanti servizi disponibili di inoltro postale. Per esempio, per acquistare Apple Watch dall’Inghilterra potete fare affidamento al servizio Forward2Me. Entrati  nella homepage, è necessario creare un nuovo account e inserire al suo interno il vostro indirizzo di casa.

Terminata la procedura d’iscrizione, vi verrà dato un indirizzo di consegna nel Regno Unito, presso il quale far spedire l’Apple Watch, che acquisterete dallo store UK di Apple.

Continue reading “Voglia di Apple Watch? Ecco come averlo!” »

FiberOpticQuando si dice “fare le cose all’italiana” di solito significa partire nel fare qualcosa, senza un piano ben preciso, con la speranza che la fortuna dia quel minimo da usare in campagna elettorale. Anche la banda larga in Italia è stata fatta all’italiana.

Anziché creare un ente pubblico per la posa della fibra ottica, al pari della costruzione di altre infrastrutture, per poi affittare la rete ai privati, si è pensato di dare semplicemente il via libera alle società di creare le loro infrastrutture. Questo significa che la fibra non arriverà nelle zone dove non conviene metterla.

Un meccanismo non certo ideale. Per questo motivo il governo Renzi sembrerebbe interessato a rimediare, almeno così dicono le indiscrezioni, dando all’Enel un mandato speciale per costruire l’infrastruttura. Perché l’Enel? Perché è una delle poche aziende a controllo pubblico, a differenza di Telecom che è in mano ai privati.

Secondo le indiscrezioni il governo è pronto a dare 7,5 mld di euro all’Enel per coprire l’Italia con la fibra ottica. Una mossa che a Telecom Italia, Vodafone e Fastweb, i tre maggiori competitor, non sta bene. I colossi hanno già annunciato di voler far ricorso alla commissione europea, per l’aiuto di Stato offerto ad un loro potenziale concorrente.
In verità allo stato attuale le pubblicizzate “Fibra” di alcune società, sono in effetti a 30Mb ed in italia probabilmente solo Bologna e Milano hanno la vera fibra a 100mb. Sentiamo spesso parlare di crisi e di come le nuove tecnologie possano tirarci fuori, ma secondo voi se Mark Zuckerberg avesse avuto una adsl a 7mb adesso avremmo Facebook o no? Il punto è questo per fare progresso ci vogliono le strutture sarebbe ora di potenziare.

screen-shot-2015-04-14-at-8-49-46-am“L’App Store ha dato vita a un ecosistema di app semplicemente straordinario, rivoluzionando per sempre le vite dei clienti e creando milioni di posti di lavoro nel mondo,” ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple. “Abbiamo nuove incredibili tecnologie per iOS e OS X da condividere con gli sviluppatori alla WWDC e in ogni parte del globo, e non vediamo l’ora di scoprire la prossima generazione di app che realizzeranno.”

Da oggi fino a venerdì 17 aprile alle ore 10:00 PDT, sul sito web della WWDC (developer.apple.com/wwdc/tickets) gli sviluppatori possono fare richiesta per i biglietti, che verranno assegnati ai partecipanti attraverso una selezione casuale. Entro lunedì 20 aprile alle ore 17:00 PDT gli sviluppatori sapranno l’esito della propria richiesta. Saranno inoltre disponibili fino a 350 borse di studio WWDC, per offrire a studenti e membri delle organizzazioni partecipanti che si occupano di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica in tutto il mondo l’opportunità di ricevere un biglietto gratuito (developer.apple.com/wwdc/scholarships).

Le attività della WWDC 2015 includeranno: Continue reading “Ufficiale: La WWDC 2015 si terrà a giugno tra l’ 8 e il 12 a San Francisco” »

5-apple-watch-expositionAvete voglia di vedere da vicino l’Apple Watch? Volete toccare con mano le sue potenzialità e le sue funzioni? Nonostante l’Italia, come di solito capita per il lancio dei prodotti Apple, non sia stata selezionata all’interno della lista dei paesi interessati dalla prima ondata di commercializzazioni, i fan di Cupertino e in particolare del suo primo smartwatch avranno modo di soddisfare la propria curiosità anche prima della commercializzazione ufficiale: Apple Watch verrà esposto a Milano al Salone del Mobile.

La notizia è stata data dalla rivista di design “Wallpaper”, secondo la quale in dispositivo verrà esposto il 17 Aprile alla su citata fiera dando la possibilità agli utenti di visionare l’ormai chiacchieratissimo e attesissimo Apple Watch.

Dato che il Salone del Mobile è un evento di notevole importanza in fatto di design, coinvolgendo ogni eccellenza del settore, Jony Ive si è detto entusiasta di poter portare all’attenzione del pubblico il suo nuovo gioiello in questa sede.

Se avete voglia di volare a Milano, o magari abitate in zona, Apple Watch potrà sarà esposto in anteprima il 17 Aprile presso “Carlo e Camilla in Segheria“, ristorante e punto di ritrovo che sito in via Giuseppe Meda a Milano. Un locale che ha vinto il premio Best New Restaurant a febbraio.

spamliberoSembrava che le acque si fossero calmate dopo l’ondata di spam dell’estate 2014 e dei primi di gennaio 2015, proveniente dagli account di Libero. Purtroppo in questi giorni il problema sembra ripresentarsi.

Sono tante le segnalazioni degli utenti di Libero che dicono di essere mittenti involontari di email pubblicitarie verso i loro amici.

Inizialmente può sembrare che il problema stia sul computer del mittente, attaccato da qualche virus che spedisce email a tutta la rubrica dei loro contatti. Ma il controllo del tracciato della mail rivela che la posta viene inviata da server diversi mettendoci di fronte ad un caso tecnicamente chiamato di spoofing (ovvero la falsificazione del mittente).

Ma come fanno i pirati a conoscere esattamente la nostra rubrica se non sono entrati nel nostro computer? La risposta più logica è pensare che non siano entrati nel nostro computer ma nei server di Libero, sulla quale c’è copia dei nostri contatti. Probabilmente i computer di Libero hanno una falla nella sicurezza e malgrado sul loro sito diano dei consigli su come evitare l’invio di spam, glissano sul fatto che il problema non sia degli utenti ma il loro.

Purtroppo i destinatari dello spam non possono fare molto per evitarlo, ma i mittenti hanno qualche strada da percorrere per cautelarsi dal problema.

Ricordo agli utenti windows che una scansione preventiva del proprio computer con un buon antivirus è sempre utile, ma in questo caso ci sono tutte le premesse per ritenere che il problema non nasca dagli utenti ma dal fornitore del servizio.

Metodo 1) Eliminare alla radice il problema dello spam da Libero

E’ il metodo più drastico ma sicuramente più efficace. Cancellare il proprio account di Libero e crearsene uno nuovo su un altro gestore di posta come iCloud, Gmail, Yahoo, Live. Prima di cancellarlo assicurarsi di aver esportato tutta la propria rubrica e i messaggi di posta importanti. (FORTEMENTE CONSIGLIATO) Continue reading “Nuova ondata di spam da Libero.it, come evitarlo?” »

Live “Spring Forward”

Arriva l’evento Apple il 9 Marzo

650_1000_apple_evento_streamingE’ ufficiale Apple ha attivato la macchina organizzativa per un evento il prossimo  lunedì 9 marzo.

Il teatro dell’evento non sarà a Cupertino, ma all’interno di una vecchia conoscenza: lo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco. L’orario è il solito quello delle 10:00 AM ora californiana, ma in Italia invece delle solite 19 si inizierà alle ore 18:00.

L’invito, che assomiglia ad una polaroid, riporta il titolo “Spring forward.” vale a dire “Primavera anticipata.”. Considerando che la società aveva detto che l’Apple Watch sarebbe arrivato ad aprile, probabilmente l’anticipazione si riferisce a questo.

Sarà mostrato l’Apple Watch definitivo? Arriverà l’app Foto per Yosemite? Lo scopriremo il 9 marzo. Segnatevi l’appuntamento e il link della nostra diretta.

Inoltre così come per i precedenti eventi, Apple trasmetterà in diretta streaming sul suo sito web l’esclusivo evento di lunedì 9 Marzo che, quasi sicuramente, vedrà come protagonista il tanto atteso Apple Watch.

Aggiungi l’evento al calendario